Google+ Badge

RICETTARIO REGIONI ITALIANE

IL PIATTO DI OGGI: REGIONE VENETO, PRECISAMENTE VERONA E BASSA VERONESE E NEL MANTOVANO.
RISOTTO al  TASTASAL.

IL RISOTTO CON IL TASTASAL, COME SI FA A VERONA 

Occorrono pochi e semplici strumenti e ingredienti:

-RISO (VIALONE NANO O CARNAROLI)

-TASTASAL (carne di maiale macinata, salata e mescolata con le stesse spezie usate per fare il salame: pepe e aglio).

-2 PENTOLE CON COPERCHIO DELLA CAPACITA’ DI ALMENO 2LT L’UNA OGNI 3-4 PERSONE: i materiali consigliati per le pentole sono l’acciaio, l’alluminio, le anti-aderenti o il rame.

-UNA PALETTA DI LEGNO

-UN BICCHIERE MEDIO (tipo nutella da 200g)

-PARMIGIANO O GRANA grattugiato fresco.

-In più, ma solo per il risotto alla veronese: BRODO DI CARNE O DADI, POLVERE DI CANNELLA, UN  RAMETTO DI  ROSMARINO.

 

DUE PAROLE SUL TASTASAL

La parola significa letteralmente “tastare il sale”, ed è il risotto omonimo l’antico modo di assaggiare se la pasta per fare il salame è speziata e salata giusta. Se il tastasal non è disponibile già pronto nelle vostre macellerie, potete comunque ordinare al macellaio di macinare, con piastra non troppo fine, carne di maiale scelta o mescolata tra le seguenti: parte superiore della coscia; lombata; polpa di spalla. Il cartoccio di carne così ottenuto va salato e insaporito almeno alcune ore prima di essere cucinato. Si usano circa 20g di sale per ogni Kg di carne, e 10g tra aglio pestato finemente e pepe. Si mescola il tutto a fondo, con le mani. Poi si ripone il cartoccio in frigo fino al momento dell’uso.




1 commento: