Google+ Badge

lunedì 25 marzo 2013

BRASILE


Il boom economico del Brasile

In meno di un decennio il Brasile ha quadruplicato il PIL con benefici per tutta la popolazione.

Tra disuguaglianze sociali e povertà a livelli sempre di guardia, bisogna annoverare tra i "BRIC" (Brasile, Russia, India, Cina) , il Brasile. Si usa il termine "BRIC" per indicare i paesi in via di sviluppo che stanno facendo in breve tempo un salto di qualità, a dir poco notevole .
Solo in Brasile il Prodotto Interno Lordo, dal 2004 al 2011, è passato da 500 miliardi di dollari, a ben 2.470. Oltre alle politiche economiche e sociali ottimamente strutturate, la concomitanza di tre eventi fondamentali "obbliga" il paese carioca a presentarsi al meglio.
Questi eventi sono:
  • Luglio la giornata della Gioventù con il neo eletto Papa Francesco I 
  • nell'estate del 2014 i Mondiali di Calcio
  • nel 2016  i Giochi Olimpici.
La "battaglia" che vede il paese sudamericano in prima linea è già iniziata ed i primi risultati si riscontrano nella diminuzione delle sacche di povertà estrema in cui versava quasi il 40% della popolazione. Obiettivo e risultati, già ottenuti nel breve periodo, dovranno confermarsi in questo triennio di fuoco.
I dati da non sottovalutare, sono la povertà in calo, la disoccupazione ai minimi storici, la riduzione drastica della violenza. Il Brasile, realizzando tutte quelle infrastrutture mancanti e fondamentali per un paese con queste potenzialità, sarà di sicuro un paese moderno, civile e all'avanguardia. 

1 commento:

  1. a me il Brasile sta sulle scatole per la vicenda BATTISTI!!!!!!!
    rp

    RispondiElimina